sabato, Maggio 21, 2022
Home GIORNOXGIORNO Trekking con delitto
Chi ha ucciso il gabbiano corso?
trekking con delitto

Trekking con delitto
Chi ha ucciso il gabbiano corso?

Un trekking di circa 8 km sopra il Golfo di Baratti. Ma non un trekking classico. I partecipanti sono chiamati a investigare, domandare, scrutare, scoprire chi ha ucciso un giovane esemplare di gabbiano corso, un grave reato ambientale.

A organizzarlo è il Circolo Esploratori a Populonia domenica 27 febbraio alle ore 10.

Un gabbiano corso, avvistato con una certa frequenza sulla bellissima costa toscana del Golfo di Baratti, tra siti archeologici importanti e preziose aree protette, è stato ritrovato morto, ucciso da un colpo di fucile.

Chi può essere stato? E perché?

Pubblicità

I carabinieri forestali, pur avendo trovato alcuni possibili sospettati, non sono ancora riusciti a formulare un’ipotesi, spetta a voi aiutarli.

I partecipanti al trekking formeranno una squadra di investigatori per mettere in fila tutte le tessere e scoprire quello che è veramente successo! Nei luoghi dell’indagine non si arriva con l’auto per cui è necessario camminare e… ragionare camminando, immersi nella fantastica natura del Golfo di Baratti.

Il trekking sarà percorso in autonomia incontrando lungo il percorso lo staff del Circolo Esploratori. L’appuntamento è alle 10,00 a Populonia. Qui riceverete il materiale necessario, i dettagli di quello che si sa dell’accaduto e dei sospettati, la mappa del percorso, le tracce GPS e un GPS se necessario, carta e penna per prendere appunti. Il percorso è facile e ben riconoscibile, ma se sbagliate…troverete delle indicazioni che vi aiuteranno.

Alla fine chi vince? Chi ha scoperto l’assassino e chi mette insieme più dettagli. Non è una gara a tempo, le squadre possono partire scaglionate, se i partecipanti sono molti. L’indagine termina intorno alle 16,00, a quel punto le vostre deduzioni saranno nelle mani degli organizzatori che prontamente proclameranno la squadra vincitrice…ricchi premi e cotillon!

E’ anche l’occasione per saperne di più su questa specie rara.

Ad un’osservazione affrettata il Gabbiano corso (Ichthyaetus audouinii) somiglia al comune Gabbiano reale che vediamo nei litorali, nei porti e in alcune città. Le sue dimensioni sono però inferiori e le zampe sono più scure e di colore verdastro. Il becco è distintivo ed appare spesso e corto, di colore rosso corallo con una banda nera ed una sottile punta gialla. Il battito delle ali è particolarmente agile ed elegante. Nidifica in isole di piccole dimensioni o in pareti e falesie se le colonie sono nelle coste continentali. E’ presente nel Mediterraneo solamente durante la nidificazione, da aprile a luglio, e si sposta poi lungo le coste dell’Africa nord-occidentale. In Italia sono stimate alcune centinaia di coppie nidificanti. Le aree con maggiore presenza sono la Sardegna e l’Arcipelago Toscano. Il Gabbiano corso può essere considerato un’icona della conservazione ambientale e della protezione della biodiversità a livello mondiale.

Occorre: trattandosi di un trekking sono necessari scarponcini, abbigliamento a strati, giacca impermeabile, zainetto, pranzo al sacco, borraccia, uno smartphone (possibilmente TIM).
Costo: 25€ a testa, per i ragazzi fino ai 16 anni 15€ a testa. La cifra include: il materiale, l’organizzazione.
Prenotazioni: tramite compilazione del form al link

Le squadre possono essere composte da minimo 4 persone, max 7. Nel caso in cui siate meno di 4, c’è la possibilità di essere accorpati con altre squadre poco numerose.

Per ulteriori informazioni 0575750000 o WA 3396638667.

Data

27 Feb 2022
Expired!

Ora

10:00 - 16:30